Ringraziamo Stefano che giovedi’ scorso in sede, con le donazioni raccolte alla sua prima comunione, ha ufficialmente dato inizio al progetto FONDO IN RICORDO DI STEVIE.

Annunci

14 pensieri riguardo “Inaugurazione fondo In ricordo di Steve

  1. Ottimo gesto! Anni fa, in occasione della prima comunione e della cresima dei nostri due figlioli, abbiamo voluto rinunciare ai costi di feste ai ristoranti devolvendo ai padri missionari di nostra conoscenza.
    Purtroppo non siamo stati capiti da molti parenti che ci hanno duramente criticati, accusati, giudicati e condannati. “Avete voluto mettervi in mostra come le mosche bianche e a pagare sono i vostri figlioli cui avete negato la loro festa!”.
    In compenso, ci hanno scritto i missionari, per i nostri figlioli sorridevano tanti loro lontanissimi amici…

  2. E che grande soddisfazione, un paio d’anni fa, quando un padre missionario ci ha riferito che, grazie a quella nostra decisione di rinunciare al superfluo a favore di chi non ha nulla, una coppia di novelli sposi, volendo imitare in qualche modo il gesto, ha deciso di rinunciare al pantagruelico pranzo e di limitarsi ad un rinfresco. Una bella cifra è stata dirottata a quello stesso padre missionario per la sua missione, a favore di chi non ha.
    Stefano e i suoi genitori sono un ottimo esempio di comunione e condivisione che merita emulazione!
    Eppure basterebbe voler cercare di vivere con un pò di sana e concreta coerenza!

  3. Non c’è il due senza il tre, scusandoci dell’intrusione.
    Perchè in tutte queste feste di carattere spirituale (battesimi, cresime, prime comunioni, matrimoni in chiesa, ricorrenze varie di carattere religioso…) non viene proposto, senza alcuna coercizione, ci mancherebbe!, di pensare anche a chi non è in grado di fare alcuna festa?
    Le vostre iniziative, il vostro impegno, l’ esempio possono contribuire a stimolare le persone a ricordarsi degli altri, appoggiandosi con estrema semplicità a “gente come voi” cui destinare il loro piccolo grande contributo economico così “risparmiato” in spese non sempre tanto necessarie!

  4. Carlo e Rossella sono d’accordo con voi. In certe ricorrenze (cresime, comunioni, etc etc) c’è l’obbligo di dare a chi già ha tanto. Trasmettere certi concetti e certi valori fin da bambini è utile più a chi vive nella nostra società che a chi beneficierà della donazione. E’ importante sapere, come sempre quando si fanno donazioni, a chi vanno i soldi…e personalmente posso dire che conoscendo alcuni di Binario, le donazioni passano attraverso mani sicure. Non conosco Stefano e famiglia, però complimenti

  5. @Giuseppe

    Certo, caro Giuseppe, hai ragione: “trasmettere certi concetti e certi valori fin da bambini è utile più a chi vive nella nostra società che a chi beneficerà della donazione”. E’ proprio l’intento di sensibilizzare sulla condivisione, compartecipazione, solidarietà che soprattutto in feste religiose (e ‘cattolico’ significa universale) che bisogna cercare di diffondere, con una cultura di apertura verso gli altri… E se anche i nostri preti cominciassero a dire, a proporre, a predicare… partendo dalla povertà evangelica, per esempio.
    Conosciamo amici che in occasione del periodo di festività (Natale, Pasqua…) fanno digiuno o consumano pasti frugali e l’equivalente risparmiato lo mandano ai missionari.
    Tutte piccole, grandi cose che ci aprono il cuore, la mente (e la coscienza!) mondo.
    Ciao, Giuseppe! Se puoi, se vuoi, passa parola!

  6. @ Rossella e Carlo

    Ma quale ” scusateci dell’intrusione”! Iniziavo a chiedermi dove eravate finiti ;).
    Vi ringrazio nuovamente per la fiducia che ci dimostrate anche in questa occasione.

    @ Giuseppe

    Grazie anche a te per il sostegno.

    @ Rossella, Carlo e Giuseppe

    Un abbraccio!

  7. @Erika.

    Grazie a te per la sensibilità che accomuna le persone che sentono umanità e, se possibile, fraternità. Per noi questo è anche spiritualità, è uscire dai nostri comodi orticelli di sicurezze sociali nei quali amiamo non far entrare nessuno…
    Sostegno è cercare di divulgare quella cultura e mentalità di altruismo, come fate in concreto voi.
    Un salutone di cordialità a te e a tutti voi che leggete e che passate da questo bell’angolino di belle iniziative! Ciaooo!

  8. Qualcuno ci ha suggerito: perchè non vengono diffuse tutte queste belle notiziuole di possibile concretissima condivisione tutte le volte che si fanno su questo argomento grandi proclami, grandi discorsi, grandi prediche?

  9. Penso sia più importante fare che dire…a parlare sono in tanti a essere bravi. Penso che l’importante è che si facciano queste cose, lasciando scorrere polemiche e prediche inutili

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...